Base smalto indurente – Shaka

Consigli

Dopo aver utilizzato per un lungo periodo (quasi un intero anno) lo smalto semipermanente al momento della rimozione definitiva le mie unghie ne hanno risentito diventando un pò più deboli e fragili.
Avevo bisogno di un trattamento che me le rimettesse in sesto e che me le fortificasse.
Mi sono messa alla ricerca di una base indurente senza formaldeide, canfora, toluene e dbp – sostanze contenute in quantità conformi alle normative europee – ma comunque conosciute come cancerogene per la salute.
Tra i vari brand in commercio, ho scelto Shaka, poiché facilmente reperibile nelle Oviesse e con un buon inci!
Nel mio beauty, tra l’altro, avevo già uno smalto rinforzante di quest’azienda che mi era piaciuto molto e che volevo riacquistare visto che era quasi terminato! Purtroppo, forse perché fuori produzione, non l’ho più ritrovato!

                                                      

Per questo nell’OVS della mia città ho scelto un’altra base Shaka con formula indurente che nel lungo periodo si è rilevata ottima! Considerate che i primi di luglio del 2018 ho rimosso il semipermanente ed a settembre 2018 ho visto le mie unghie rinate.

Ma qual è il segreto far tornare sani e forti le unghie?
Per avere una manicure perfetta è necessaria una buona base che ti permetta di avere una superficie ungueale sana ed uniforme su cui lavorare.
Per recuperare unghie fragili ed indebolite, come erano le mie,  vi consiglio di applicare lo smalto, indurente o rinforzante, a giorni alterni per circa due o tre settimane (inizialmente senza proseguire con l’applicazione dello smalto colorato per agevolare la rimozione dello stesso con un solvente senza acetone). Una volta asciugatasi la base applichiamo un olio naturale sulle cuticole.
Successivamente, quando percepirete dei miglioramenti, potrete continuare a stendere la vostra base prima di uno smalto colorato.
E voi utilizzate dei trattamenti rinforzanti per le vostre unghie?
Alla prossima

1275 risposte a Base smalto indurente – Shaka